Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: CXII
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0154
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0154
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
CXII

gior parte de'silosofi . Ci giova parimenti di sar
znemoria del carteggio de’ due chiarissimi intel-
letti Eulero , e Clairaut ; di quello del suo ii-
do e dotto amico Formey , che molto s’ inte-
ressô per la sua gloria ; e finalmente di quello
del grau Maupertuis , che secondo il giusto elo-
gio virgiliano, che si legge nella sua coniata im-
magine, sorpassb le vie dell' amio , e del sole .
Di questo sublime Elososo , clie fu legato al con-
te Algarotti coi nodi della più stretta amicizia,
ci rixnangono molte lettere onorevoli , e piene
delle testimonianze della più cara benevoienza ver-
so di lui. La corte è brillantissima, gli scrive-
va da Berlino nel 1747. voi duncjue dovete ve-
nire a renderla pih grata : ma Jinalmente , se
ricuserete cio, che ho tanto bramato , ?io?i ve ne
ritornarete in Italia senza ch' io vi veda, poi-
chè io verro a Dresda se non potro vedervi aU
tramente ; ma pensate , ch'io ?ion ho per veni-
re a Dresda le stesse ragioni che voi avete di
verdr qui, dov è un re, che vi ama e vi de-
sidera . I nomi poi delle altre persone illustri,
ch’ ebbero corrispondenza ed amicizia col conte
Algarotti, in gran parte sono sparsi per le opere
sue, nelle dediche nell’epistole in vei'si, e nel-
le lettere che loro indirizzô quell’uomo distinto
e celebre in tutta l’Europa, il quale oltre gli
onoi'i de’privati ricevette anche quelli delle Uni-
vei'sità ed Accademie italiane germaniche e in-
glesi, alle quali su asci'itto . A Iui ricorsero an-

cora
loading ...