Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: CXVII
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0159
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0159
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
C X V I i

Tale era la sua divozione verso il E.e , diciiia-
rata anclie nel confidente fraterno carteggio , do-
ve 1’ adulazione non ha luogo , e derivata , com’
ei dice , dall’ ammirazione e dalla gratitudine :
i quali sentimenti siccome sono fondati sulla giu-
stizia e sulla ragione , cosi non erano turbati in
lui da quell’ assoluto spirito di partito , che ab-
biamo veduto nelle ultime vicende della Germa-
nia dominare anclie in Italia con tenace fana-
tismo verso 1’ una o l’altra delle parti guerreg-
gianti, nè lo impedivano di rendere omaggio ai~
la virtù , dovunque ella risiedesse, di che fa se-
de la lettera , che passando per Yienna scrisse
al sratello : Çhiestci regina nella pià leggiadra
persona del mondo contiene V animo de Sci-
pioni e de' Scanri, e una costanza che avreb-
be fatto onore all' antica Roma ; senza parla-
re âelle grazie , e degli amabili talenti , che
la rendono la piu gentil principessa della ter-
ra . Cosi il conte Algarotti sapeva rendere giu-
stizia al valore ed alla verità , senza mancare al
•suo dovere verso il E.e , il quale conoscendo ot-
timamente il suo carattere, gli scrisse in quell’
ardore della guerra, che se nel venire in Italia
non poteva passare per Coburg, passasse pure per
Yienna, dove nulla aveva da temere da un uo-
mo onesto , quale egli era . L’ istessa costanza
di fede ha egli mantenuta sempre verso gli ami-
ci, ai quali non mancô mai di giovare coll’ ope-
ra col consiglio e con ogni maniera d’ amoroso

h 3 uffizio;
loading ...