Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: zd
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0184
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0184
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ria ; che ■varie sono e mohissùne le modifica-
zioni délla natura, e cosï i modi nello imitar'*
la : e che se nel nostro Parnaso vennero già
da quei due occupati i primi luoghi, qualche
luogo si ha anche da credere , che possa ri~
manere alV ingegno , e alV industria della pre*
sente età.

JNon, si priores Mæonius tenet
Sedes Homerus , Pindaricæ latent ,
Cææque , et Alcæi minaces ,
Stesichorique graves Camœnæ.

Nec, si quid olim lusit Anacreon,
Delevit ætas .....

I miei scherzi poetici, qualunque essi sieno ,
a Voi ardisco trasmettergli, Madama . Vedre^
te in questo libricçiuolo le mie Epistole,

In numero più spesse , in stil più rare,
che non sieno per ancora uscite alla luce.

E ben vorrei, Madama , fossero degne di es*
sere trasmesse a Voi, che degno argomento
pur sareste ai versi di un Petrarca, e di un
Dante, che avete saputo nella vostra lingua
dar fato alla epica tromba, e tanto siete co•*
nosçitnce della nostra,

Bologna 28. Dicembre ij58r
loading ...