Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: 31
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0217
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0217
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Del saper mi yersavi nella mente ,

Onde potessi anch’io levarmi un giorno
Coi forti versi di dottrina armati (47),

E volar vincitor di bocca in bocca,

A E U D O S S O,

XI.

Non sempre della vita il bel sereno
Turban le negre cure, Eudosso mio (48),
Nè alla diva cotanto all’uomo amica
Yorrà l’uomo giainmai cessare i voti ;
Cortese diva, che col dolce fiato
Del chimico il fornello ognor rinfresca,

E i più miseri amanti in vita tiene (49) *
Dopo le tante mie contro ad amore ,
Tante , e si gravi, e si giuste querele,

Or odi grazie da me osferte al nume
Eatto de’mali miei pietoso alfine ;

E questo fia suggel delia presente
Mia vita, onde il tenor tanto t’ è a cuore
Dunque di Bonrepaux sul colle ameno
Tali io voci sciogliea l’altr’ ier dal petto.

Sacra ad amore ombrosa selva antica ,
Che degli amanti la tristezza celi
Per entro al seno del silenzio, e nutri

c 4
loading ...