Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: 111
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0297
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0297
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
I 1 i

■police e leggiadre ed ornate e splendide e
belle oltremodo ; conciossiachè per apparir
grato troppo ignaro mi farei conoscere di ciô,
che pure alcun poco dovrei sapere . Egli è
vero perô, che siccome a voi la dedicazione
di queste rime, cosi a lui ne giugnerà nuo~
va la pubblicazione, e voglia Dio, che Vuno
e Valtro se V abbia a grado ; e non debba io
alVuno, o alValtro dispiacere pensanclo di far
cosa buona ; ma parmi, che cosi s’ abbia a
fare per non combattere contro V altrui mo-
derazione , o quello non fare , che sembra
ben, che si faccia . Doi queste rime, che io
ho trovate presso un amico mio , il quale ,
vome si fa delle cose belle, le aveva rico~
piate, e poste quasi in quell’ ordine , che qui
vedrete, leggeretele certamente talora in com-
pagnia della gentilevivace, dotta, e d’ogni
grazia e virtù ornata signora Marchesa An-
na-Caterina Scotti vostra soavissima moglie,
le cui laudi quï volentieri direi, se il luogo,
e la occasione mel permettesse, e sapessi dir-
le ; ma per dir molto in poco , e quasi tut-

H 4

to,
loading ...