Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: 113
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0299
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0299
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
113

ï.

C^Uando in prima colei, cui poscia in yano
Sempre ho chiamato, ond’ io mi struggo ed ardo ,
Yidi nel verde pian, che il cheto e tardo
Retron disparte , amato e dolce piano ,

Bello era il fianco, e bella era la mano,
Ma più bello era il viso e il dolce sguardo,
Onde uscio quel fatal, quell’aspro dardo
Contra cui poi non valse ingegno umano ,

Non erbe o fior d’antica maga tocchi,
Nôn lacrime o sospir, ch’ or l’une, ed ora
Gli altri ho provato, e tutto indarno poi.

Lasso ! ben fui del mio mal vago allora,
Che in lei fissava ad or ad or quest’occhi,
Che non dovean più lieti esser dappoi.
loading ...