Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: 155
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0341
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0341
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
*55

Àlio stesso.

XLIIL

Noi, che ’n lontana feO diyersa sponda
Kascere il ciel sotto diverso clima,

Indi amor ne congiunse in questa, e prìma
Quella divenne a me -, ch’ era seconda 5

A un’ombraantica, e al suon d’unadolce ondà
A te dettiam sovente or prosa or rima :

À te, che siedi a pensier nostri in cima ?

E talor di lontan par ne risponda ;

Pur ancora assai più ne piacerebbe,

Che nosco or fossi, al nostro veramente
Meschiando il dotto tuo parlar facondo ;

Così volessil tu ! che più sovente
Accolti insieme ne vedrebbe il mondo >

Che di noi con stupor poi parlerebbei

L rs
loading ...