Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: 160
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0346
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0346
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Al signor

Eustachio Mansredi.

XLYIII.

Eustachio a ia leggiadra e dotta schiera
Delle dee caro, che Parnaso adorna j
E più a colei che su nel ciel soggiorna
Del mattino signora, e de la sera ;

Se mai vapore, o densa nube e nera
Le sottil non v’ asconda aurate corna
Del bel pianeta che le notti aggiorna
Vago rotando in su la prima spera,

E il sol mai sempre, quando al mar declina,
E quand’alza, accompagni amico vento ,

Tal che nessun desir vi sia conteso ;

Me ancor là su scorgete ov’è più acceso
E puro il cielo, e 1 vago aureo concento
Udir si suole, e l’armonia divina.
loading ...