Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: 189
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0375
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0375
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Per le poesie

di Francesco Maria Zanotti.

C^uesto poetico picciol libretto >

Che vedi, o candido lettor, pur ora
Di liscia e morbida pelle coperto ,

Dice, ch'ei temesi di dover fuori
TJscire al pubblico, uscir là dove
INTulla più cercasi > si come egli ode >

Che fare ingiuria a que’> che avvezz-i
Son ne’domestici secreti lari :

Dice , ch’ e’ stavasi assai contento
Appresso standosi al suo signore >

Da cui non eragli venuto cosa
Men che piaaevole, e grata mai.

Nè molto credesi dovere a quelli >

Che a forza i'hannosi cla si gentile
Da si piacevole signor staccato *

Benchè di morbida pelle coperto
Intorno l’abbiano, e quanto in loro
Era, di nitida forma vestito .

La verecondia certo istà bene,

E a quelli massime, che senza taccia
Ponno astenersene ; ma poi temere
Troppo non deesi, che il troppo sempte
Recato a vizio fu da’ più saggi.

N 5 Qual
loading ...