Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: 190
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0376
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0376
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Qual è di Venere , qual è de’purî
Suoi giuochi amabili cosi nemico,

Cui non sien cogniti i tuoi fratelli,

Che di te uscirono prima a la luce?

I quai già volano per man di quanto
Or v’ha fra gli uomini di più venusto y
E volerannosi con quegli antichi
De l’arte delhca nobil maestri
Di là da l’ultima. dubbiosa Tiie,

Di là dal Bosforo, finchè la lira
Sacra d’Apolline , e ’1 sacro alloro
Sarà da gli uomini sacro tenuto.

Questi sarannoti a dover fuori
Uscire al pubblico scorta sicura,

Questi tuoi lepidi fratei maggiori.

Or vanne , o picciolo gentil libretto ,
Cui già Melpomene da Pindo invita,,

Le Grazie. invitano,. per poi riporti
ISse l’odorifero eterno cedro
loading ...