Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: 198
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0384
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0384
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
i98

I N D I C E

DEGLI ALTRI COMPONIMENTI.

120

i33

146

j4hi chi midiede, e adun tempo mi tolse p
Ahim 'el chi scl , cli ora colei, che mia
Ahna felice awenturosa altera
Sopra le nozze de’sigg. co: Annibale de’
Bianchi, e march: Anna Batta .

Che dirvolei, mio cor , che a un tempo foco 119
Chi di voi tre la cetera 191

Cosï dellepido dotto poeta 186

A1 sig. Giannantonio Volpi.

Da quel dï, che da prima amor mi scorse 132
Dolce terren, che me già nel tuo seno
Dunque la pura mia si lunga fede
Dunque non fia

Dunque quel forte indissoluhil santo
Ecco il bosco, 11 la mia dolce Angioletta
E non par di veder quella si viva
Eustachio, a la leggiadra e dotta schiera
Fabri, cosi mai sempre amàr mi spiri
Francesco , e non vid' io ne la primi.era
Gentil donzella , che 'l nemico nostro
Gentil signor, cke per V olimpia altcra
A1 conte Gio: Monîenari
Gentil Zanotti mio , per cui la vita
Già due volte col sole

A1 sig. cavaliere Pierpaolo Carrara.
Giampier, voi in mezzo a V nnorato coro

II vero

i3 6
i3o
i85
i5i

ia3

157

160
168

161
i45

162

175

3 66
loading ...