Michelessi, Domenico; Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 1) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-1]

Seite: 200
DOI Seite: 10.11588/diglit.28020#0386
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd1/0386
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
300

în lode del sig. Principe D. Luigi Pio .

Pur vi riveggio , o da me sernpre colti 15z
Qiial gorgo in questo mar nonfu, qual'onda 169
Quando di foco 178

I11 lode dell’ab. Ercole Maria Zanotti.
Quando i begli occhi della donna mia 134
Quando in prima colei, cui poscia invano n 5
Quant io ti deggio , o rima benedetta 118

Quella fera nemica , che da prima i3i

QuelV ameno fiorito ombroso colle 155

Questo poetico picciol libretto 189

Per le poesie di Franc. Maria Zanotti.

Qui in questi colli, in questo lago istesso i38
de appressarmi potessi al sacro monte i65

Se mai di Pindo il casto immortai coro 148
A1 sig. ab. Antonio Conti.

Signor, che su per V erto alpestro monte 164
Signor, se tua pieta ti mosse un tempo i/gp
Spirto felice, onde pur e , che questa 144
All’ab. Doraenico Lazzarini.

Spirto gentil, che in questa etate hai mostro 154
A1 sig. Francesco Maria Zanotti.

Spirto gentile, onde si chiaro fonte. Alm. 141
Tanta^ Francesco mio, grazia tu spiri 169
Fincenzio, se del sasso aspro , che serra i/s>
A1 signor co: Vincenzo Ercolani.

Voi, che ognor pià traendo esca, e ristoro 167
Troi pur V udite, immonde e sozze genti 1^9
Elegia àd Francisci Mariæ Zanotti Carmina 190

Fine del Tomo Prirao .
loading ...