Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 23
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0031
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0031
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
P K I M O » 2.3

Sorrise qui un poco la Marchesa, indi
prese a dire : mi penso , che durante tal
cicaleccio filosohco , a dir cosi, e tal divo-
zione verso Aristotele , di gran progressi
non avrà già fatti 1’ umano ingegno nella
iUosoha . No al certo , io risposi : e forse
per un gran pezzo sarebbe stata smarrita la
buona via , se non che al principio della
passata età sorse in Toscana , quasi vindice
della ragione , un uomo chiamato per nome
Galilei . Diede egli come una novella vita
all’ antica scuola italica ; e atterrato 1’ ara-
besco edificio dell’Aristotelismo, con la se-
sta alla mano pose i fondamenti del tempio
del sapere, che fu poi dal Neutono levato
tant’ alto . Incominciô col suo esempio dal
mostrare a’ fìlosofi ciô , cfie si sarebbe do-
vuto fare in ogni tempo , a non voler par-
lare un lingmaggio inintelligibile , voto di
senso , e pieno di orgoglio ; a sottomettersi
a cercare , quali sieno le proprie e vere
qualità degli oggetti, che ne stanno dattor-
no , facendo sopra di essi replicate espe-
rienze , e dando loro in mille maniere la
prova ; a interrogar debitamente la Natura,
e non creder ciecamente a un uomo : e la-

B 4 sciata
loading ...