Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 115
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0123
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0123
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
T £ R Z O. 11$

%T'àXa. la diversa refrangibilità de’raggi soia-
ri. Ma tanto è lontano, ch’ egli fosse trop»
po corrivo a fermare il suo giudizio, che
si trova , lui medesimo avere asserito, po-
tersi da quello sperimento inferire la di-
spersion del Grimaldi ; ed ancora, quelle
strane apparenze della immagine del sole
poter forse in gran parte avvenire da una
disuguaglianza di refrazioni fatta dal pris-
ma, non già con regola costante , ma per
abbattimento, e a caso ; e perô non po-
tervisi fondar ragionamento di sorte alcu-
na. Adunque per chiarir sè, ed altri so-
pra tal faccenda , egli avvisô di far questa
prova . La immagine colorata fatta dal pris-
ma la fece ricevere da un altro prisma,
posto alla distanza di qualche braccia dal
primo . Ma dove il primo era, coine il pa-
vimento della stanza , orizzontale, l’ altro
era perpendicolare , come i muri di essa,
o vogliam dire dirittamente in piè : e in
tal modo la schiera de’colori, che usciva
dal primo prisma , veniva a battere lungo
la opposta faccia del secondo ; il rosso neb
Ia parte inferiore ; il violato su in alto ; e
gli altri colori nel mezzo. II prisma, che
H 2, è oriz-
loading ...