Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 117
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0125
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0125
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
T E R Z o;

destra a sinistra, poichè da destra a sini^
stra gli refrangeva : con che la immagine
del sole refratta da questo secondo prisma
avrebbe dovuto esser diversa ne’ colori, e
nella figura da quella del primo. Che se
la immagine del primo prisma era diver-
samente colorata , e bislunga, per una aç-
cidentale disuguaglianza di refrazioni ; sal-
lo Iddio , quale strana cosa avesse fatto na-
scere il caso per la nuova refrazione, che
veniva a patir la luce . Ma ogni altra co-
sa ne avrebbe dovuto nascere, fuorchè quel-
lo , che richiedeva a un puntino il sistema
neutoniano . E già comprendete , Mada*
ma , quel che ciô fosse . Se la refrazione
del primo prisma non fa altro che separa-
re i raggi diversamente colorati, e refram
gibili, che sono dentro alla luce, sicchè
la immagine del sole ne riesca colorata, e
bislunga ; la seconda refrazione da destra
a sinistra non puè fare altro , se non che
di diritta ch’ era la immagine , inclinarla
sopra il muro : del resto ella dee rimane*
re , in quanto a’ colori, quale era dianzi.
Assai chiaro, disse qui la Marchesa, mi
sembra tutto questo . Se non che io non

H 3

în-
loading ...