Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 238
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0246
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0246
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
D I A L O G o

Cuopre e discuopve i liti senza posa.

In alcuni luoghi , dove sottile è la spiag*
gia , il mare se ne ritira per lo spazio di
più miglia , e vi torna poi sopra con gran
furia ad inondargli : talchè dentro allo spa-
zio di poche ore potrebbono nel medesimo
ïuogo venire a giornata due eserciti, e due
armate navali. II Mediterraneo e l'Adria-
tico hanno essi ancora il flusso e riflusso,
ma più debole ; e in queste nostre lagune
vedesi la marea ora portar per un verso, ed
ora per l’altro le gondolette , intanto che
il gondoliere canta a un bel raggio di lu-
na la fuga di Erminia, o gli amori di Ri-
naldo . Ma dove le maree fannosi grandis-
sime , è nel mare pacifico , e nell’ Oceano
orientale : e ciè atteso la vastità di quei
mari, dove niuna cosa impedisce il libero
corso delle acque ; e atteso sovra tutto la
situazione di essi, che sentono più gagliar-
da l’attrazione del pianeta, che loro dirit-
îamente soprastà . E queste masee moîto
maggiori anche si fanno, quando il sole
si trovi in tal posizione con la luna , ch
egli operi di conserva con essa a far ricre-
scere , e gonfiar l’acque. Adunque non è

vero,,
loading ...