Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 240
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0248
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0248
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
2 4© D X A L O G o

tasse in mare vinto dalla disperazione di

poterlo capir mai «

Con la scorta delNeutono, disse ia Mar-
chesa, non si corre pericolo, a quel ch’io
veggo, di dare in disperazione per cosa
niuna : nè vi ha cosi astruso fenomeno ?
che non si possa arditamente afsrontare »
Qnali altre prove, Madama, io continuai
a dire, non potrei io darvi delhattrazione,
le quali si manifestano a coloro, che dan-
no opera alle scienze naturali, alla fisica,
alla medicina, alla chimica? Ma basterà per
tutte ii testimonio di quel Filosofo olande-
se per nome Musschenbroekio, tanto ripu-
tato a’di nostri nelFarte sperimentale ; e
tanto eccellente,

che sovra gli altri come aquila vcla,
Egli ebbe solennemente a dire, che a far-
la da uomo libero anche nëlia fiiosofia,
dovea pur confessare di aver per lunghi
anni osservato iii ogni maniera di cose mo-
vimenti ed efsetti tali, che non si posso-
no nè spiegare, nè intendere per via della
pressiohe esterna dei Huidi sottilissimi; ma
che la natura grida ad alta voce, essere
infusa ne’ corpi una virtù, per cui si at-
loading ...