Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 243
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0251
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0251
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Q U I N T O « 2^5

sto ; che dovendo la virtù attrattiva esser
maggiore , dove maggiore è la densità del
mezzo , ivi ancora si trovi esser maggiore
la refrazione . Nell’aria, io ripresi a dire,
nell’ acqua, nel vetro , e in più altri cor-
pi cosi solidi come fluidi, le virtù refrat-
tive si mantengono nella scala delle den-
sità . Ma da una tal regola bisogna eccet-
tuarne quei mezzi, che hanno dell’ oleo-
so , e sono di lor natura infiammabili . Quan-
tunque di minor densità, sono perô dota-
ti di maggior forza e gagliardia nel refran-
gere ; come hanno sperimentato i fisici coll'
olio, più valente a torcere i raggi della
luce , che non è 1’ acqua, benchè di essa
più leggiere . Oimè ! ripigliô la Marchesa :
io m’ era formata in mente il mio raggua-
glio delle refrazioni secondo la densità déi
mezzi ; e con questa eccézione voi venite
a turbare il mio concetto , e non poco ,
Si direbbe veramente , che coceste ecce-
zioni non da altro sono buone , che da
guastare . Dove casch' 10 nei discorso , ne
sogliono spuntare il frizzànte senza mai con-
tentar coloro, in grazia de’ quali vengono
fatte : e confessate pure, che nella Jhloso-

Q 2 fià
loading ...