Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 249
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0257
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0257
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Q u i N T o. û4g

ora si repellono . L’ ambra , il vetro , e più
altre cose, bene strofinate che sieno, tira-
no a sè , e poco stante da sè rigettano de’
leggieri corpicciuoli, come minuzzoli di
carta , pagliuzze, fiocchetti di bambagia.
Nelle operazioni chimiche si manifesta, al
pari delsi attrattiva , la virtù repulsiva : ed
essa è pur cagione , che le evaporazioni,
o gli aliti, i quali da un picciolino cor-
pieciuolo, per via del calore o della fer-
mentazione , vengono alzandosi, piglino nelF
aria un cosx gran luogo come fanno , ch’ è
proprio una maraviglia a vedere . Da che
altro puô egli avvenire , che le particelie
della materia, le quali erano prima con-
teirute dexitro a uno spazio ristrettissimo,
non trovino poi luogo che basti ad espan-
dersi ; se ciô non avviene da una virtù,
che in esso loro si dispieghi, di repeller-
si e di allontanarsi tuttavia le une dalle
altre ? E non solo qui in terra, rna in cie-
lo ancora gli efsetti si manifestano di co-
testa viitù repnlsiva. Ne sono un chiaro
indizio quelle immense code, di che si or-
nano le comete, dopo aver bevuto dap-
presso i raggi del sole . Quantunque xielle

ri-
loading ...