Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 303
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0311
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0311
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S E S T O . 3o5

posto di orpimento , di porpora , di ccne-
re turcliina, e verderame. Ma poco o nul-
la giovano cotali curiosità, come disse egli
stesso, ad intendere gli effetti naturali : e
voi pur sapete , signor Simplicio , quanto
i nostri coiori, in comparazione de’pxisma-
tici, sieno impuri e fecciosi . Talcliè colui
il quale , vista per esempio la diversa re-
frangibilità de’colori ne’raggi del sole , vo-
lesse darvi la prova con ogni sorta di tin-
te nostrali, e cavillarci contro , se le spe-
rienze non riuscissero ; sarebbe simile al
Caco di Virgilio , allora che per ia virtù
di Ercole vinto in quella sua caverna dal-
lo splendore del giorno , caccia fuori d’in
gola vapori e fumo , per oscurare il gior-
no medesimo. Dove vada, disse il signor
Simplicio , a percuotere cotesto strale ,
ognuno può vederio . I Neutoniani vorreb-
bono a un tratto dar F esclusiva a tutte
quelle sperienze, che potessero fare contra
di ioro . Ottimo provvedimento è pigliar
da largo le difese , e accattar similitudini,
e prove anche dalle favole , per vie mag-
giormente confermare e ribadire la verità .
Prendete guardia, io risposi ; che io ho

detto
loading ...