Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 328
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0336
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0336
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Sa8 D i a l o g o

egualmente i raggi del sole , pur dovreïu
bono sentii*e un egual grado di calore ; e
quelli .... Stiamo a vedere , qui m’inter-
ruppe il signor Simplicio , che si è no-
vellamente discoperto , come sotto il polo
ci si muore di caldo, e sotto la linea di
freddo ;

cose sovra natura altere e nuove.

Egli è da gran tempo , io risposi, che a
tutti è noto , che al Perù il caldo è sen-
za comparazione più rimesso che non è
al Brasile ; con tutto che sotto la medesi-
ma parte della zona torrida sieno posti
amendue que’paesi, e il sole gli vegga
egualmente a diritto, e in maestà : il che
nasce da altre cause particolari y dalle qua-
li modilîcata viene e alterata Poperazione
della causa prima, L’ efsetto del Sole al
Perù è bilanciato dalle nevi di quella im-
mensa catena di montagne, che soprastam»
210 a quel paese di verso oriente, e ten-
gono perpetuamente rinfrescata tutta intor-
no l’atmosfera: e i caldissimi venti orien-
tali, che regnano nel Brasile , e corrono
il continente dell’ America j sono altresi da
quelle istesse montagne tenuti in collo y e
loading ...