Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 329
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0337
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0337
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S E s t o j 52g

împediti di giugnere sino al Perù . Ecco ,
sig. Simplicio , come si va disferentemen-
te modificando la natura, senza mai con-
trariare a sè medesima ; ed ecco come ai-
ia causa prima della rotazione della terra,
e dell’ attrazione delle sue parti, si potreb-
bono aggiugnere tali altre cose, che la
impedissero di stiacciarsi sotto i poli. E
se voi domandaste, quali cause potessero
esser queste ; non vi par forse , che a ciô
bastassero la non intiera e perfetta cede-
volezza delle parti della terra , e la costru-
zione interna della terra medesima ? Sic-
chè, quand’anche ella non fosse stiaccia-
ta sotto i poli, non per questo a rigetta-
re si avrebbe il sistema neutoniano . Non
vel diss’io , Madama , egli rispose , che co’
più bei ragionamenti del mondo vi fareb-
bon vedere il nero per bianco, vi scam-
bieranno ogni cosa in mano ? E che non
si ha egli da aspettare da cotesti filosoii,
che a un bisogno vi mettono in campo la
interna costruzione, la più secreta noto-
mia della terra j che simili a Teseo e ad
Enea possono penetrare sino a’regni di sot-
to , sino al centro del mondo , e minuta-

mente
loading ...