Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 2) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-2]

Seite: 331
DOI Seite: 10.11588/diglit.28021#0339
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd2/0339
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
S E S T O . 331

cia sot^o un altro Luigi, che gloriosamente
cammina dietro alle tracce del bisayolo suo,
vedendo quanto importa ne’viaggi di mare
conoscer la vera sigura della terra , della
cosa cioè sopra cui si naviga , risolse di
mandare due compagnie di matematici es-
pertissimi, l’una al Perù sotto la linea ,
P altra in Lapponia al cerchio polare ; ac-
ciocchè, per la grandissima distanza de’
luoghi , la differenza tra grado e grado
avesse da apparir più sensibile , che non
avea potuto apparire ne’ gradi della Fran-
cia misurati dal Picardo e dal Cassini. La
compagnia adunque rnandata in Lapponia ,
di cui fu capo il Maupertuis , dopo le più
accurate osservazioni fatte con istrumenti
esquisitissimi , trovô che il grado al cer-
chio polare veniva ad essere sopra mille e
cinquecento piedi più lungn cli un grado
mezzano di Francia ; nè più nè meno ,
quanto da simili operazioni meccaniche si
puô aspettare , che lo richiedessero i cal-
coli del Neutoao . Tornato il Maupertuis
a Parigi col mondo stiacciato in mano ,
trovô effettivamente parecchj in quella Ac-
cademia, che non sapevano acquetarsi asla

■ deci-
loading ...