Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 17
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0025
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0025
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Sopra l’ Architettura ,
dannare non questa o quella parte, rna
tutti insieme gli edifizj cosi moderni come
antichi, e quelii singolarmente che hanno
ii maggior yanto di bellezza, e sono de-
cantati come gli esemplari dell’ arte . Di
pietra sono essi fabbricati, e mostrano es-
sere di legname ; le colonne figurano tra-
yi in piedi, che sostentino la fabbrica ; la
cornice lo sporto del comignolo di essa :
e Γ abuso va cosi innanzi, che tanto più
belli si reputano gli edihzj di pietra, quan-
to più rappresentino in ogni loro parte e
membratura con ogni maggior esattezza e
somiglianza le opere di legno : abuso vera-
mente , dice egli, il phi solenne di quan-
ti immaginare si potessero giammai ; e che ,
per essere da cosi lungo tempo radicato
nelie menti degli uomini, conviene ado-
perare , pe;r isterparnelo , ogni maggiore
sforzo della ragione . Ben lontano, che la
sunzione e la rappresentazione sieno negli
edihzj una sola e stessa cosa, esse vi si
trovano nella contraddizione la più manife-
sta . Perchè ragione la pietra non rappre-
senta ella la pietra, il legno il legno, ogni
anateria sè medesima, e non altra ? Tutt©
To: III. B al-
loading ...