Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 33
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0041
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0041
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
Sopra l’ Arci-iitettura . 55

n'endo gli esempj ricavati da coteste due
nazioni, si ravvisano le colonne nude , e
senza alcuna forma di base e capitelli,
quali al dire dello Scamozzi le usarono da
prima gli Egizj (1) . II che mostra assai
chiaro , come dal bel principio fossero pian-
tate in terra, a reggere il coperto , le sem-
plici travi ; e vi fossero aggiunti dipoi da
capo e da piede quei pezzuoli di tavola
che abbiam detto , i quali lavorati ne’tem-
pi appresso , e ingentiliti dall’ arte, si ven-
nero facilmente trasmutando nei tori nel-
le scozie negii echini negli astragali, e ne-
gli altri membri cli che sono sormati i ca-
pitelli e le base delle colonne .

Sopra i capitelli è disteso l’epistilio, o
sia Γ architrave , che è pure un altro pez-
zo d’ aibero , o una trave posta orizzontal-
mente sulle teste di quelle, che sono rit-
te in piedi : e sulE architrave posa il co-
perto dell’edifizio . Sporgendo questo mol-
to all’ infuori, libera dalle acque e dalle
piogge le parti ad esso sottoposte, e forma
la cornice , che corona o gocciolatojo dire

(i) Lib. VI. cap. 2. part. 2.
To: III. G

vo-
loading ...