Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 37
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0045
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0045
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SoPRA L? ArCHITETTURA . -3 f

Dal coperto o cornignolo della casa fat-
ìo di qua e di là pendente ^ perchè non
vi si fermi su la pioggia ? derivarono i fa-
stigj delle fabbriche più sontuose e dei

tem-

altri i palagi Casfarelli e PandolEni, amendue
di disegno di Rasfaello , e i Porto e Tiene del
Palladio, a norina de’ quali, e di quello de’
llanuzzi, che è in Bologna pure del Palladio ,
architettò Domenico Tibaldi nellà nledesimâ
dttà il palagio Magnaili. Quasi di rincontro a
questo ile ha un altro de’ Malvezzi, con tre
ordini di arcbitettüra al consueto mpdo , non
si sa bene , se di disegno del Yignola , o pu-
re del Serlio . Dove ognuno può conoscere qua-
si in una occhiata , che il palagio Magnani
piace sommamente come un tutto , in cui si
trova armonia ed unità ; non cosi il Malvezzi,
che ha sembianza di tre disserenti case rnesse
in capo o a ridosso Γ una dell’ altra, Che se
pure gli architetti volessero negli edifizj a va-1
rj piani seguire la usanza di dare a ciascun
ordine la cornice col gocciolatojo , e con tuD
te le altre sue membrature ; dovriano almeno
saré gii aggetti delle cornici di sotto alquanto
scemi , perchè meglio si conoscesse Puffiziodi
quella di sopra , e trionfasse sopra le altra neT

C 3
loading ...