Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 38
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0046
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0046
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
±>S S A G G I o

tempj (i). I Greci, nati sotto cielofelice,
gli fecero poco pendenti ; più pendenti si
fecero in Italia , dove il clima non è cosj
benigno : nel settentrione , dove abbonda-
no le nevi, montano assai ripidi. e non
se ne trova vestigio alcuno nelle antiche
fabbriche di Egitto , dove non cade mai
pioggia .

Ecco costrnita la ossatura della capanna,
ed ecco surti ad un tempo gE intercolon-
nj con ogni parte che loro si appartenga ,
ed anche col loro fastieio . Le travi che

O

tolgon suso V architrave , si posero da pri-

ma

la fabbrica : il che aggiugne alla fabbrica me-
desima decoro e maestà, come si può vedere
nella casa Rucellai in Fiorenza di disemio di
Leon - batista Alberti , nel palazzo già Medici
e presentemente Riccardi , nello Strozzi, nel
Farnese in Roma, nella Biblioteca di s. Mar-
co del Sansovino , e nel palagio Grimani Ca-
lergi ora Yendramino , il più signorile di quan-
ti ne sieno in Yenezia .

(l) Postea cjuoniam per hybernas tempe-
States tecta non poterajit imbres sustmere ,
fastigia facientes , luto inducto prochnatis te-
stis stillicidia deducebant.

Yitruv. lib. II. cap. 1.
loading ...