Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 40
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0048
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0048
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
4o S A G G I o

tutte quelle parti, che abbiamo sino ad
ora descritte : dimaniera che le varie mem-
bra , che il formano e gli danno robustez-
za e solidità, divengono altrettanti orna-
menti, avendo in sè quello , che è proprio
della vera bellezza ; operare insieme , e
piacere .

Nè già^quei legni, che vanno obbliqua-
mente a sostener Γ architrave , diedero sol-
tanto origine alle arcate . Posti nello intem
no deiredifizio a sostentamento deipalchi,
la diedero ancora alie volte : e secondc la
varia direzione più o meno obbliqua, con
che andavano a puntellare il palco , secon-
do la varia combinazione che aveano tra
loro, ne nacquero le varie maniere di vol-
te più o meno sfiancate, a botte a crocie-
ra a lunette e somiglianti ; siccome dalla
varia direzione, con che andavano a pun-
tellar Γ architrave , ebbero origine gli archi
interi e gli scemi, e ne possono anche
venire i composti, o vogliam dire di sesto
acuto .

Yolendo gli uomini vie maggiormente
difendersi dalle ingiurie del cielo, avvisa-
λ’οηο di chiudere con tavolati quei vani,

che
loading ...