Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 42
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0050
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0050
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
43 S A G G I O

Ancora volendo gli uomini vie maggior-
mente disendere il suolo delle loro abita-
zioni dalla umidità della terra, piantarono
Γ ediiizio in alto sopra travi sovrapposte le
une alle altre , e terrapienando dentro ; che
è Γ origine prima clei zoccoli, dei piede-
stili, degli stereobati (1). E perchè la ter-
ra, atteso appunto la umidità di che è in-
zuppata, spingea all’ infuoi i , e potea col
tempo scommettere ii zoccolo ; lo rinfian-
carono esteriormente con altre travi poste
obblicpiamente a guisa di speroni. Quirxcli
le scarpe , che per maggior solidità della
fabbrica si clanno ai muri, come usarono
quasi sempre di fare gli Egizj .

JNe sembra vi possa esser dubbio , come
quegli speroni , che faanosi a’ponti nella
lor parte di sopra , a rompere il flo dell’
acqua, e a difendere la fabbrica dagli ur-
ti delle cose che può menar giù il f ume,
non sieno tolti da’ pali posti a simile efset-
to ne’ ponti di legno ; come è aperto a ve-
dersi in quello tra gli altri tanto famoso
ordinato da Giulio Cesare sopra il Reno.

Ad

(l) Scamozzi lib. òrIs. cap. 3· p. z.
loading ...