Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 44
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0052
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0052
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
44 S A G G I O

nos.i spezzati nella cima ; e vieppiù ancofà
il sono quegli divisi in due , posti come a
schiena 1’uno dell’altro , e che formano
iin cavo nel mezzo e una grondaja d’acqua;
de’quali fu inventore Bernardo Buontalen-
ti.

Che se la porta principale deila casa vol-
lero che fosse per maggiore lor comodo
dalle ingiurie del cielo più particolarmen-
te difesa , convenne in tal caso far si, che
le asse, che vi erano poste al di sopra ,
sporgessero molto all’ infuori : e queste
convenne dipoi, perchè potesser reggere ,
sostenerle di qua e di là con due travi
conhtte in terra . Di tal congegnazione so-
no assai frequenti in Germania gli esem-
pj . Sotto a quel coperto vi pongono pan-
che e sedili: e quando il freddo non rin-
chiude quelle genti in casa, se ne stanno
ivi la sera a novellare e a darsi sollazzo .
E già non è difhcil cosa il vedere, come
da quel coperto rimettano , quasi da tron-
co , le logge e i portici dei teiripj col par-
ticolare loro fastigio.

Quei riquadri nelle facciate dei palagi o
delle chiese , che intaccano un poco il

mu-
loading ...