Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 49
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0057
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0057
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SoPRA L5 ARCHITETTÜAA 4g?

Ora ; per yenire alla conclusione, due
sono le principali materie , con che si suol
fab.bricare ; la pietra , e il legno . II legno ,
che la natura fa crescer nelle campagne
bello ed ornato , contiene in sè , come si
è veduto, tutte le immaginabili modifica-
zioni deir architettura, e quelle ancora,
che , eome le arcate le volte e la manie-
ra detta rustica, pajono essere il più del-
la indole della pietra : laddove la pietra o
il marmo non ne somministra che pochis-
sime ; ritenendo in certa maniera di quel
rozzo ed informe, che ha nelle cave don-
de si trae . Ed ecco, se io non erro·, la
ragione , perchè il legno nell’architettura
è la materia matriee, per cosi dire, quel-
la che impronta in tutte le altre le parti-
colari sue forme ; perchè le nazioni tutte
quasi di comune consentimento hanno pre-
so di non imitare, di non rappresentare
ne’ loro ecTiiizj di pietra , di mattoni, o di
qualunque astra materia si fossero, altra
materia che il legno . Poterono gli archi-
tetti per tal via solamente dare alle ope-
re loro unità e varietà, corne si è detto r
e il loro intendimento fu di perpetuare col
To: III. D mezzo
loading ...