Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 50
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0058
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0058
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
£θ S A G G I O

inezzo delle più durevoli materie le varie
modificazioni e le gentilezze della meno
durevole 5 allorchè un’ arte della necessitâ
figliuola, dalle capanne trapassando ai pa-
lagi, venne finalmente a ricevere dalle ma-
ni del lusso la perfezion sua (i). Che se
pur mentono in tal maniera gli architetti,
come va predicando il Filosofo ; questo an-
cora sarà il caso di dire ,

Che del vero più bella è 7a menzogna .

Del rimanente, non picciolo grado se
gli vorrà sapere, se, in virtù delle difsi-
coltà da lui mosse , verrà ad esser chiari-
ta una quistione importantissima e nuova,
la quale dirittamente mirava a gittare per
terra le più magnifiche moìi, e più dagl'
intendenti tenute in pregio , ed andava a

ro-

(l) On peut y joindre cet art 7zè de la ne-
cessitè , et perfectionnè par le luxe , Γ archi-
tecture , cjui s ètant clevè par degréz des
chaumieres aux palais , n’ est aux yeux du
philosophe , si Γ on peut parler ainsi , que
le masc/ue embelli d' un de nos plus grands
besoins .

Discours prëlimmaire de 1’ Encyclopedie .
loading ...