Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 67
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0075
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0075
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SoPPlA la ΡιττυηΑ . os

arte sna far credere, per via di una sem-
plice immagine, reali. Ma tutti i suoi la-
vori, tutti i suoi disegni sieno condotti
con amore, e iiniti con somrna diligenza.
La diligenza , massimamente ne’ principj di
qualsivoglia studio, è sovra ogni altra co-
sa necessaria : nè speri mai di avere le se-
ste negli occhi colui, che non le avrà avu-
te lungo tempo tra mani.

DELLA NO TOMIA *

Disputare se lo studio della notomia è al
pittore necessario sì o no, è tutt’ uno che
domandare > se per apprendere una scien-ï
za sia necessario farsi da’principj di quel-
la : ed egli è opera perduta andare infil-
zando > a confernlazione di tal verità, le
autorità degli antichi maestri e delle piu.
celebri scuole . Colui che non sa > come
sieno fatte le ossa che reggono ii corpo
urnano , corne vi sieno sopra appiccati i mu-
scoli che lo fan muovere> nulla può in-
tendere di quello, che a traverso gPinte-
gumenti che lo ricuoprono ne apparisce al
di fuori, ed è il piu nobiie obbietto deh

E a la·
loading ...