Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 70
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0078
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0078
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ηθ 5 Α G G I Ο

to alla dicitura di un oratore, che sotto

all’argomentazione d!un hlosofo .

Quanto adunque sia necessario al pitto-
re apprendere notomia , ognuno il vede :
ed ognuno può vedere ancora, sino a qual
segno gli faccia mestieri di apprenderla ,
Ad esso lui punto non si appartiene lo
studio della nevrologia dell’ angiologia, dei-
la splancnologia, e similij delie cose, che
lungi sono riposte dall’ occhio , le quali egii
dee lasciare al cerusico ? e al medico , per-
. chè all’uno servano di guida nelle sue ope-
razioni, e all’altro di condimento pe’ suoi
consulti. Egli dee pur bastare al pittore,
ch’ ei sappia la struttura dello scheletro,
o ^mgliam dire la iigura e la connessione
delle ossa , che sono l’armadura del corpo
umano ; ch’ ei sappia le origini 1’ andamen-
to e la forma de’ muscoli, che nel rive-
stono, con la distribuzione , che la natu-.
ra ha fatto sopra di essi, qua più e
meno, della pinguedine. Sopra ogni cosa
necessario è a sapersi , in qual modo essi
vengano ad operare i varj moti ed atteg-
giamenti della persona . Di due parti ten-
dinose e sottili, l’una detta capo e Γ altra

coda,
loading ...