Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 84
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0092
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0092
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
$4 S A G G I O

la notomia, o di una statua, aggiugnervi
le parti tra esso comprese, e muscoleggiar-
le secondo la propria qualità del dintorno,
che dinota nella iigura tale attitudine , tal
movimento, e tal forza. Questi, e altri
simili esercizj varrebbono tant’ oro per in-
signorirsi in breve tenrpo de’principj più
fondarnentali della pittura. Tanto più che
potrebbe il giovane paragonare dipoi colla
statua o col gesso il suo disegno , per ve-
dere dove avesse fallito , e correggersene ;
cosa che ha molta confornrità con cprello,
che vien praticato da’ maestri di gramma-
tica, quandn ai loro discepoli fan porre
in latino un tratto di Livio o di Cesare
volgarizzato, e ne fanno dipoi confronto.
col testo nredesimo dell’ autore ,

DELLA PROSPE TTIVA.

AUo studio della notomia fa di necessità
aggiugnere sino dal bel principio quello
della prospettiva, come nulla mèno fonda-
mentale e necessario. II dintorno di un
oggetto , che si disegna in carta od in te-.
la, la intersecazione rappresenta, e non

altro,
loading ...