Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 86
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0094
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0094
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
86 S Α G G X Ο

vogliono, clie la si abbia da seguire sin®
a tanto che ti conduce per istrade piane
ed agevoli j ma che si abbia da lasciare da
banda ; tosto che ti fa smairire la buona
via (1). Dove essi ben mostrano di non
conoscere nè la natura deìia prospettiva ,
la quale fondata suJ principj geometrici non
può mai traviare altrui, nè la natura dell’
arte loro, la quale senza Γ ajuto di essa
noii può rigorosamente parlando, nè de-
iinear contorno , nè muover segno.

Mo-

(ì) Regula eerta liceb nequeat Prospectica
dicì,

yiut co'mplemejitum graphidas ; scd ia
arte juvamen ,

Et modus accelerans cperandi : at cor-
pora falso

Sub viso in multis referens , mendosa
lahascit ;

Nam geometrarum nuncjuam sunt cor-
pora juxta

Mensuram clepicta oculis, sed quaiia
visa .

Du Fresnoy de Arte graphica.

Vedi la annotazione a questo luogo di Mr,
de Piles, e qualche altro libretto nioderno ,
loading ...