Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 109
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0117
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0117
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SOPÏΙΑ LA PiTTÜRA . 1 OQ

segnar kmgo tempo prima di stencier la
mano a colorare . I colori nella pittura
secondo le parole di un gran maestro , so-
no quasi iusinghe per persuadere gli oc-
chi, come la venustà dei versi nella poe-
sia (1). E il disegno non è egli per ii pit-
tore cio che è per uno scrittore la proprie^
tà delle parole , la giusta intonazione per
il musico ? Diea pur chi vuole, un quadro
disegnato , giusta le regole della prospetti-
va e i principj della notomia, sarà sempre
dagP intendenti avuto in maggior pregio ,
che un quadro , sia quanto si voglia ben
colorito , ma di non accurato disegno , Un
altro gran maestro faceva sx gran caso del
contorno, che secondo certo suo detto che
a noi è pervenuto, tutte altre cose egli le
avea quasi per nulla (a). E di ciô , a mio
credere, la ragione si è questa : che la na-

tura ben fa ali uomini di varia tinta e car-

» σ

nagione ; ma ella non opera mai ne’movï-

menti

{1) Pai'ole del Pussino riferite nella vita, che
ha di lui sci'itta il Bellori .

(2) Annibale Caracci era solito dire ; buo?i
eonùorno , e ..... in mezzo .
loading ...