Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 150
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0158
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0158
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
ï 5o S A G G I O

tutti Ia predicazione cli s. Paolo da lui di-
pinta in Marostega vicino alla patria sua .
Ben lungi che TApostoIo , pieno dell’estro
divino . conre il rappresentô Piasfaello , ful-
mini contro alla clottrina delle genti dinan-
zi agli Ateniesi, che si veggono cjuale col-
pito , çsuale persuaso , quale infìammato
alle paroie di lui ; egli predica in una viP
la del veneziano ai contadini e alle donne
loro ; ed ei lo lascian dire ; le donne sin-
golarmente , le quali non acl altro pongo-
no mente che a’diversi lor lavori che han-
no tra mano : quadro per altro mirabile ,
se tanto non lo rinvilisse la povertà dell’
idea .

Oltre al coroporre insieme in un’azione
Cjuanto vi ha cli più scelto e di più bel-
lo , in moltissime altre cose vanno del pa-
ri, quanto alla invenzione , la pittura e la
poesia, che ben meritano il titolo di arti
sorelle \ tantochè una muta poesia fu de-
nominata la pittura, e una pittura pgrlan-
te la poesia (1). In un punto perè clifse-

ri-

(1) ΠKt/v , ò 'Σιμωνί^Κη riiv μίν ζωγρχφΐχν „

7τοίη--
loading ...