Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 177
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0185
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0185
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SOPRÀ LA PlTTURÀ .

*1?

disegno ; ed è quasi un particolare accen--
to del pittore , a cui egli è riconosciuto
di leggieri, venendo a pronunziare allo-
stesso modo le varie lingue, che gli con-
viene parlare.

BELLA ESPRESSLONE DEGLï
ÂFFETTI.

tutt’altre, che dee

apprenclere il pittore , e non da altro mae-
stro che dalla natura, quella si è degli af-
fetti . Senza di essa è orba di vita Γ ope-
ra la più bella ; è come senz’ anima . Non
basta, che il pittore sappia delineare le
più scelte forme, rivestirle cle’più bei co-
lori, e bene comporle insieme ; che me-
diante i chiari e gli scuri faccia sfondare
la tela , dia a’ suoi personaggi di convenien-
ti vestiti, e di graziose positure ; conviene
ancora che sappia atteggiarli di dolore e
di letizia, di temenza e d’ ira ; che scriva
in certo modo nella faccia loro ciô che
pensano, ciè che sentono (1), che gli ren-

da

To: III.

M

Xm
loading ...