Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 191
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0199
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0199
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SoPRA LA PlTTURA . igi

cra , la romana, la greca , i poemi di Vir-
gilio , e di Omero sovra tutti, che de’pit-
tori è il re ( i ) . A’ quali dovrà aggiungere
ie Metamorfosi di Ovidio , due o tre de*
nOstri migliori poeti coi viaggio di Pausa-
nia, il Vinci, il Vasari, e qualche altro
autore sopra Γ arte sua .

Oltre a’ libri sarà molto a proposito ch?
egli abbia nella stanza una scelta di carte
de’migliori maestri, dove vedrà gli avan-
zamenti, la storia della pittura, e gli varj
stili, che in essa ebbero ed hanno tutta*
via maggior voga. II principe della scuola
romana non isdegnava tenere attaccate nel
süo sfcudio le carte di Alberto Durero ; e
faceva specialmente conserva di quanti di-
segni gli veniva fafcto di raccogliere , rica-
vati dalle statue e daP bassirilievi antichi j
cose , le quali, mercè deil’ intaglio , sono
al di d’oggi fatte comuni e di pubblica ra-
gione i L’arte deH’iiitaglio è coetanea , ed
ha i medesimi vantaggi nè più nè meno

della

(i) μχ,ΧΧον S't tûv apiçûv τών γραφίων Ο'μνρόν
» S'iSiyijiiÙ'x ,

Lucianus in Imaginibus ,
loading ...