Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 217
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0225
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0225
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SoPRA LA PlTTURA 21^

tro interaniente tuffato nell’acqua : e già
non è ottiino se non colui, che nieno de-
gli altri pecca (1) . Qui, adunque dirà il
giovane, non ci è correzione , o gran rna-
niera di contorno ; là sono violate le rego-
le della prospettiva, il chiaroscuro è fal-
so , o troppo vi apparisce la maniera : ma
d’altra parte grande vi si vede la bravura
del pennello, calde e saporite sono le tin-
te ; là gli andamenti dei panni son facili ,
ben clisposti i gruppi, e i contrapposti na-
turali non meno che artihziosi. Felice chi
potesse congiugnere il decoro e l’espressio-
ne di quel maestro col clegno colorire e
1’ ombrare di quello, la grazia, e il foncla-
rnento che si trovano divisi in quei due,
1 a simmetria del tale col bel naturale di
quell’altro !

DEL-

(i) ..... . optimus ille est „

Qiii minimis urgetur .

Horat. lib. I. sat. 5,

'Wlioever thinks a faultless 'piçce to see ,
Thinks what ne'er was, nor is, nor e’er shail he .

Pope Essay on Criticism .
loading ...