Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 219
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0227
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0227
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SOPRA LA PlTTURA. 31 g

stia Puno in verso dell’altro . Parecchie dif-
ficoltà intorno al moclo di calcolare tenu-
to dal de Piles furono mosse da un cele-
bre matematico de’ nostri giorni, il quale
vuole tra le aitre cose, che il prodotto
dei sopraddetti numeri, non la somma,
sia la espression vera del valor del pitto-
re (1). Non è questo il luogo di entrare
in simili materie, nè di gran prohtto sa~
rebbe all’ arte il minutamente considerar-
le . Quello che a noi importa è , che in
qualunque modo si proceda nel calcolo , i
gradi, che a ciascun pittore si assegnano
nelle disferenti parti clella bilancia , tali
sieno veramente , quali a lui si competo-
no nè più nè meno ; che per niuno si par-
zialeggi, come a favore del caposcuola cle’
Fiamminghi ha fatto il de Piles : onde quel-
lo ne risulta, che a tutti dovrà parere as-

sai

(1) Yedi Remarques sur la balance des pein-
tres de Mr. de Piles , telle qu’ on la trouve à
la iin de son cours cle peinture par Mr. de
Mairan .

Memorie de l'Academie des sciences iy5-â.
loading ...