Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 288
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0296
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0296
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
s88 Saggio sopra l’Accademia
altn, di ciu fu in ogni tempo feconda Γ
ïtalia. Benchè questi non sieno inventorî
di maniera, benchè non sieno posti in ischie-
ra co’ i primi ; si non mancano di avere
anch’ essi il loro pregio, e la vista delle ope-
re loro non potrà se non fecondare la men-
te di un uomo già fatto . Che se da prin-
cipio fa mestieri in ogni genere di studj

çon-

n è la chiesa delle monache di s. Cristina ,
Le pin belle fabbriche del Fiorini sono la chie-
sa della Carità, a cui il padre Bergonzi ha con
molto garbo aggiunto quattro cappelle ; il fa-
moso cortile di s. Michele in bosco pittui'ato
da Lodovico Caracci, e dalla sua scuola ; e un
portico di ordine Jonico posto a hanco della
chiesa delle Monache di s. Giambatista : e di
Tomaso Martelli è la chiesa di s. Giorgio s
e Ia viila di Barbiano, dove un portone viene
falsamente attribuito al Palladio. Gli Ambrosi-
ni son due : Andrea, di cui è la chiesa delle
monache di s.. Pietro martire; e Floriano, che
ha edificato la cappelia di s. Domenico, e il
palazzo Zani. Di Floriano ho veduto un ma-
noscritto di architettura, dove sono disegnati
gli ordini con un particolar suo metodo per la
divisione delle parti e znemhrature loro.
loading ...