Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 312
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0320
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0320
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
re che ignorino costóro , come il restitutore
dell' Inghilterra , ΐ amico del gran F E D E -
RIGO sa ancora munire il suo ozio co’
prcsidj clelle lettere ; e come quella sua vit-
toriosa eloquenza, colla quale egli tuona in
senato , non è meno Vefsetto della elevatez-
za clel suo anirao , che dello stuclio da lui
posto nei Tullj e nei Demosteni antecessori
suoi . Possa solamente questo mio scritto
esser da tanto , che trovi anch' esso un luo-
go nell' ozio erudito di un tal uomo , e giun-
ga ad ottenere il sufsragio di colui, che ne
pih alti ufsizj dello stato ha meritato V am-
mirazione e V applauso di tutta Europa.

Pisa 18. Dicemb. 1762.
loading ...