Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 325
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0333
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0333
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SOPRA l’Opera in MüSICA . S.iiÔ
termiiiato teinpo tessere e sviiuppare una
favola, come si conviene, perchè egii ab-
bia campo di sar giocase i. caratteri e le
passioni di ciascun personaggio ,· che è pur
necessario nell’Opera, la quale non è altro
in sostanza che una tragedia recitata per
musica. Dà ciò deriva che buona parte
delle opere francesi, per non parlare dei~
le primé nostre , danno quasi soltanto pa-
scolo agli occhi, ed hanno piuUosto sem-
bianza cli mascherata che di dramma . L’
azioiiv principale vi è come afsogata dentro
dagli accessorj ; e la parte poetica di esse
ne rimane cosi debole e meschina, che
con qrialche color di ragione fitrono chia-
mate altrettante inhlzature di madrigali .
AQ’incontro i soggetti cavati dalla storia
non cosi bene si çonfanno con la musica,
che in essi ha ineno del verisimile : sicco-
me può osservarsi tutto giorno tra noi, do-
ve non pare , che i trilii di un’arietta stia-
no cosi bene in bocca di Giulio Cesare o
di Catone , che in bocca si starebbono di
Apollo o diVenere. Non forniscono tanta
tarietà quanto i soggetti favolosi ; soglione*

X 5 Pec·
loading ...