Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 345
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0353
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0353
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SOPRA l/ Opera in Musica . 5^5

di rallentare a un tratto l’impeto della mu-
sica : con che si persuade, oltre all’aver
dato alle parole quel sentimento che si con-
viene, di aver anche conclito la composi-
zione sua di varietà. Ma noi diremo piut-
tosto , che egli Γ ha guasta con una disso-
nanza di espressione da non potersi in niun
modo comportare da chi ha fior di ragio-
ne ; che già non si ha da esprimere il sen-
so delle particolari parole, ma il senso che
contiene il tutto insieme di esse, e la va-»
rietà ha da nascere dalle modificazioni di-
verse del medesinro soggetto, non da cose
che al soggetto si appiccino, e sieno ad es-
so straniere o repugnanti.

Egli sembra, che i nostri compositori ado-
perino come quegii scrittori, che per nul-
la baclando al legamento del discorso e alls
ordine , mirassero solamente a porre insie-
me e ad infilzare di belle voci. Per quan-
to sonore ad armoniose si fossero ; non al-
tro che vana ed inetta ne riuscirebbe I’ora-
zione : e lo stesso è della musica, se altri
non si preiigge di dipingere una qualche
immagines o di esprimere un qualche sen-

ti-
loading ...