Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 367
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0375
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0375
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SOPB.A l’ O-pera in Musjca . 56^

incorainci dal rubare all’altro un mazzetto
di dori, o dal fargli altro simile scherzo ;
vanno in coilera, si rappattumano poco stan-
te insieme; i’uno invita l altro a ballare,
e si mettono su per il palco a saltellare
senza modo : appresso i ragazzi entrano i più
grandicelli: succedono dipoi i corifei a fa-
re anch’essi. un simile balletto a due:. esi
conchiude finalmente con un altro concer-
to , che è di un pelo e di una buccia col
primo . Conoscine uno , e gli conosci tutti ;
si cambiano gli abiti dei ballerini, il carat-
tere clei balli non mai.

Chiunque in ciò che si spetta alla danza
se ne sta alle valentie di cotesta nostra, e
non va col pensiero più là, ha da tenere
senz’ altro per fole di romanzi molte cose,
che pur sono fondate in sul vero : cpiei rac-
conti per esempio , che si leggono appres ·
so gli scrittori, clegli tragicissimi'effetti, che
operò in Atene il ballo delle Eumenidi, cli
ciò che operava Γ arte di Pilade e di Batii-
lo , 1’ uno de’ cptali moveva col ballo a mb
sericordia e a terrore, Paltro a giocondità
ea riso; e che a’tempi cli Augusto divise-
ro in parti una ftorna. Egli avviene ben

di
loading ...