Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 401
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0409
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0409
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
soprà i.'Opera in Musica . 4oV
3iie basterà di averne accennato quel tan
to che s’ è fatto insino a cjni ; non altró
essendo stato I’intendiinento mio che di.
mostrar la relazione , che hanno da avere
tra loro le varie parti constitutive delhOpe-
ra in musica, perchè ne riesca un tutto
regolare ed arinonico. E tanto pur dee ba-
stare, perchè col savore di qualche prin-
cipe virtuoso possa forse anche un giorno
risalire nell’antico suo pregio una scenica
rappresentazione, che per più riguardi me-
riterebbe di aver luogo tra'pensieri di co-
loro, che sono preposti al governo delle
cose. Yedrebbesi allora un bello e magni-
fìco teatro essere un luogo destinato, non
a ricevere una tumultuosa assemblea, ma
una solenne udienza , dove potriano sede-
re gli Addisoni i Dryden i Dacicr i Mu-
ratori i Gravina i Marcelli : che già non
avrebbono più ragione di dire, esser l’Ope-
ra una composizione sconnessa mostruosa e
grottesca ; ma per lo contrario ravvisereb-
bono in essa una viva immagine della gre-
ca tragedia, in cui l’architettura la poesia
la rnusica la danza e Γ apparato della sce-
na si riunivano a crear la illusione, quel «
To: III. C c la
loading ...