Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 403
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0411
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0411
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
SÒPRA l’OpERA IN MuSICÀ . 4°^

tessere quella lingua fatta oramai tanto co-
mune, che non vi è in Europa uomo gen»
tile , che non la possegga quasi al pari del-
la propria. II primo dramina non è altra
cosa , che il secondo libro delle Eneidò
messo in azione con qüalche leggieri inu-
tazioni solamente, perchè ogni cosa, comé
è dovere, si riferisca ad Enea, che è il
protagonista della savola . II secondo è la,
medesima azione, che fu da Euripide espo-
sta sul teatro di Atene , e di Grecia trasfe-
rita dipoi in Francia dal tenero Piacine. In
alcune parti del dramma ho seguito l’an-
tico poeta, e in alcune altre il moderno ;
facendomi però lecito di recedere tra le
altre cose dalhuno con lo aver reso Fazio-
ne semplicissima, e di recedere dall’altro
con lo aver rappresentata Ifìgenia di costu-
me eguale . Ama essa la vita per sentimen-
to di natura ; e come di sangue regio, e
greca, se ne va con fortezza d’animo alla
morte . Non è paiirosa e supplichevole da
principio ; e con suhìto carnbiamento non
apparisce da ultimo tutt’altra -, come la rap-
presenta Euripide: per la qual dis-tìguaglian-
za e anomalia di costume egli vien tassato

G c 2 da
loading ...