Algarotti, Francesco  
Opere Del Conte Algarotti (Band 3) — Venezia, 1791 [Cicognara Nr. 3-3]

Seite: 406
DOI Seite: 10.11588/diglit.28022#0414
Zitierlink: i
http://digi.ub.uni-heidelberg.de/diglit/algarotti1791bd3/0414
Lizenz: Creative Commons - Namensnennung - Weitergabe unter gleichen Bedingungen
facsimile
/^o6 E N E A

riato dintorno alle patrie mura. II Coro la
consola, celebrando insieme con Priamo la
fuga de’Greci j dell’onta de’quali sarà un
perpetuo monumento il Cavallo consecrato
a Minerva. In mezzo ai cantici del C.oro
e alle danze giulive esce Cassandra,

'verace sempre, e non creduta mai,
la quale profetizza, corne quel giorno è Γ
ultimo giorno di Troja ; e consiglia di git·?.
tare in fondo del mare il Cavallo :

. . , timeo Danaos et dona fereutes.
Enea si acçosta a lei, perchè almeno si
esplori, se dentro al Cavallo vi fosse qual-
che agguato dei Greci, II partito viene con*
trariato da alcuni. Priamo prega gli dei tu-
telari di Troja cP inspirargli quello che sia
per lo migliore ; e intanto sacrificano al
Xanto e alle ninfe clelPIda, invitandole a
scendere clalla montagna per unirsi con Ye-
nere, la quale fra giubilo di suoni e can-
tici è per guidare le festevoli sue danze
là, dove prima tra gli urli e i gridi Mar-
te guidava la iiera sua tresca.

Nelsatto secondo Sinone è condotto pri-
gioniero dinanzi al Pve , e vi tiene quel di-
ççprso dove Yirgilio ha cosi bene espresso

in
loading ...